novitainlibreria.it ha intervistato Marco Ferrentino, autore di May Tomorrow Newer Come

May Tomorrow Never Come

novitainlibreria.it ha intervistato Marco Ferrentino, autore di May Tomorrow Newer Come

Marco Ferrentino, napoletano, è al suo esordio con il romanzo fantasy May Tomorrow Never Come, una pubblicazione Bookabook in libreria da poche settimane: conosciamolo insieme ai lettori di novitainlibreria.it

Come hai deciso di scrivere un fantasy come  May Tomorrow Never Come?

Tutto nasce dalla scena iniziale, che descrive l’incubo che tormenta il protagonista:  mi è spuntata in mente mentre viaggiavo in metropolitana e appena ne ho avuto la possibilità l’ho messa su carta; certo, in quel momento non avevo ancora idea di dove mi avrebbe portato la storia ma sentivo che quella scena che mi si era creata così vivida nell’immaginazione era importante, che avrebbe funzionato. Così ho continuato a scrivere, ad ampliare il racconto, all’inizio una semplice storia dai risvolti fantasy che poi  si è arricchita di temi e emozioni: sono felice di averla scritta.

Qual è il rapporto con i tuoi lettori?

Essendo al mio primo libro non credo di avere ancora un vero è proprio rapporto con i miei lettori. Per ora sicuramente c’è un senso di aspettativa da parte mia nell’attesa di riscontri da parte di chi vorrà leggere il mio lavoro.

Quando e perché hai deciso di diventare uno scrittore?

Credi di averlo sempre desiderato  ma sfortunatamente non ne sono stato subito consapevole  e mi sono fatto  influenzare da ciò che pensavo la società volesse da me:  passati i quaranta ho finalmente capito che, a prescindere dal successo, dovevo realizzare la mia passione, per me stesso. Certo, se fosse andata diversamente non avrei mai scritto questo libro, frutto anche delle mie esperienze.

Come ti descriveresti, come lettore?

Onnivoro: mi piacciono tutti i generi e qualsiasi tipo di ambientazione ma in ogni trama deve essere  presente qualcosa di fuori dell’ordinario. Non riesco, in genere, ad appassionarmi a storie che rientrino nel quotidiano e nel consueto, per quanto possano essere scritte bene.

Come valuti l’influenza e l’importanza delle reti sociali e della tecnologia per uno scrittore indipendente o comunque che pubblica al di fuori dei colossi dell’editoria?

Non ho mai avuto un gran rapporto con le reti sociali,  mi limito a frequentarle alla ricerca di notizie e svago momentaneo e mi  trovo abbastanza in difficoltà ad utilizzarle per far conoscere il mio libro, però so che sono uno strumento molto utile e un’opportunità in una realtà come quella dell’editoria dove, almeno per persone non molto esperte come me, non è molto facile comunicare con le case editrici, soprattutto le grandi.

Per chi è più abile di me nell’uso di queste piattaforme è di sicuro un grande mezzo per farsi conoscere.

Be the first to comment on "novitainlibreria.it ha intervistato Marco Ferrentino, autore di May Tomorrow Newer Come"

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: